Bonus per impianti di videosorveglianza e antifurto

Come funziona il bonus videosorveglianza ed antifurto?

Per l’anno 2020 la Legge di bilancio recentemente approvata prevede la proroga per il bonus fiscale che permette di fruire del credito d’imposta per l’installazione di sistemi di videosorveglianza o antifurto.

La misura, presente nel bonus ristrutturazioni, consente di ottenere detrazioni fiscali del 50%, favorendo la sicurezza dei cittadini contro le attività criminali.

Il bonus è riservato a cittadini e persone fisiche, e non ad imprese e commercianti, per l’acquisto di sistemi di videosorveglianza digitale o per stipulare contratti per la sorveglianza da parte di agenzie di vigilanza per la prevenzione di possibili atti criminosi.

Come funziona il bonus videosorveglianza ed antifurto?

Per accedere al bonus è necessario siano rispettate alcune regole:

  • L’impianto di allarme e videosorveglianza deve essere installato da un Professionista del settore;
    Il pagamento deve avvenire esclusivamente attraverso Bonifico Parlante;
  • Chi intende dotarsi di un impianto di sicurezza deve essere un privato cittadino, assoggettato all’IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche);
  • La dichiarazione dei Redditi deve riportare la spesa e indicare i dati catastali dell’immobile dove è stato installato l’impianto;
  • Si deve essere in regola con i pagamenti di TASI e/o IMU (potrebbero venire richiesti in un eventuale controllo);
  • Occorre conservare tutti i documenti relativi ai lavori (anche questi potrebbero essere richiesti nel corso di un controllo).

Per ricevere maggiori informazioni su come ottenere queste agevolazioni vi invitiamo a contattare la vostra sede AUTOMA di riferimento.